Il ristorante

L’accoglienza è quella del soggiorno di casa, calda e informale, impreziosita  da alcuni mobili di antiquariato, una delle passioni di Roberto, il marito di Monica.  Un occhio esperto che si ritrova alle  tavole, apparecchiate con i piatti di vecchi servizi, impeccabili e di notevole valore artigianale.

Aperto dall’agosto 2016, solo 30 coperti, L’Allegra Cucina propone a pranzo menù semplici e gustosi a prezzi contenutissimi, con proposte leggere,  tante verdure e con la possibilità di scegliere anche un solo piatto per un break rapido ma di qualità.

Per la sera, e il fine settimana,  l’atmosfera diventa decisamente slow: pochi tavoli, luci soffuse, servizio discreto. Un momento dedicato alla conversazione e alla celebrazione del  gusto.

Menù a tema per festività e per raccontare la cucina di altre realtà territoriali. Workshop di cucina con esperti, degustazioni di vino, birre e spiriti, mostre, piccoli concerti e altre occasioni di coniugare cultura e cucina fanno parte dei progetti del ristorante non a caso denominato anche laboratorio di cucina.

La ricerca allargata di cose buone e stimolanti non è un limite, diviene anzi una solida base per farsi laboratorio di idee e scambi culturali, spaziando oltre la sfera del cibo.